Indice
                         
  All' Art.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25
 

" L'ASSOCIAZIONE NAZIONALE AMICI della SCUOLA di ARTIGLIERIA "
é stata costituita con Rogito Notarile del Notaio Renato CARRAFFA datato 28 maggio 2010 in Bracciano (ROMA).
Lo Statuto è stato successivamente modificato dall'Assemblea Straordinaria tenuta a Bracciano l'11 novembre 2012


TITOLO  I


Dell’Associazione


Articolo 1

Costituzione


È costituita  l’Associazione denominata

 

“ASSOCIAZIONE NAZIONALE AMICI della SCUOLA di ARTIGLIERIA”


È una Associazione libera, indipendente, apolitica, aconfessionale e senza finalità di lucro che si ispira ai sentimenti di Amor Patrio e ai valori della Costituzione Italiana, delle Istituzioni dello Stato Italiano e delle Tradizioni Militari.

Essa persegue solo fini sociali, storico-culturali e morali ed è disponibile a cooperare con altre Associazioni che perseguono le stesse finalità.

La sede è in Via delle Magnolie n.5, 00062 Bracciano (ROMA) con C.F. n. 97608850588.




Articolo 2

Durata



L'Associazione ha durata illimitata.




Articolo 3

Scopi



L'Associazione Nazionale Amici della Scuola di Artiglieria si propone le seguenti finalità:


a)  tramandare alle future generazioni la “Memoria Storica” e le “Tradizioni” dell’Istituto di Formazione denominato “Scuola di Artiglieria”;


b)  utilizzare il Sito Web www.scuoladiartiglieria.it come “Museo Virtuale” ove raccogliere le memorie, le testimonianze, i nominativi, le immagini e i filmati di tutti coloro che hanno frequentato la Scuola, allo scopo di permettere a tutti i commilitoni di ritrovarsi e di rivivere la memoria di quel tempo; 


c)  sviluppare la collaborazione con le Istituzioni, gli Enti locali e le varie Associazioni Combattentistiche, d’Arma e Civili che abbiano come finalità principali il rispetto e la valorizzazione dell’Amor Patrio e della Costituzione Italiana.






TITOLO  II


Dei Soci



Articolo 4

Categorie dei Soci



 Le categorie dei Soci sono:


a)  SOCI FONDATORI
Sono coloro che hanno sottoscritto l’Atto Costitutivo dell’Associazione.

b)  SOCI ORDINARI
Sono i militari di ogni ordine e grado, in servizio ed in congedo, che abbiano prestato servizio presso la Scuola di Artiglieria, nelle varie sedi, compresi tutti i Reparti dipendenti.

c)  SOCI STRAORDINARI
Sono tutti coloro, in quiescenza e in servizio attivo, di qualunque Forza Armata o Corpo Armato dello Stato Italiano che, condividendo lo spirito e gli ideali dell’Associazione, intendono impegnarsi attivamente nella realizzazione delle finalità previste dallo Statuto del Sodalizio. Sono compresi i familiari di primo grado dei Soci Fondatori, Ordinari e Straordinari.



Articolo 5

Categorie degli Amici



Le categorie degli Amici sono:


a)  AMICI SOSTENITORI
Sono privati cittadini, Istituzioni, Enti Pubblici e Società Private che, condividendo lo spirito e gli ideali dell’Associazione, forniscono liberamente un contributo economico e/o morale al Sodalizio. Tale qualifica può essere riconosciuta a qualsiasi Socio. La durata della qualifica di Amico Sostenitore è annuale.

b)  AMICI JUNIOR
Sono cittadini, legati da vincolo di parentela di primo grado con il Socio, che condividendo lo spirito e gli ideali dell’Associazione, non abbiano superato i 18 anni di età. La validità della qualifica di Amico Junior ha la durata sino al compimento del diciottesimo anno.

Articolo 6

Albo d’Onore



È istituito l’Albo d’Onore dell’Associazione. Su di esso verranno menzionati cittadini con incarichi istituzionali, Istituzioni, Enti Pubblici e Società Private, che si sono distinti in attività a favore dell’Associazione stessa. L’onorificenza è deliberata dall’Assemblea dei Soci, a maggioranza dei presenti, su proposta del Consiglio Direttivo.



Articolo 7

Iscrizione



L’iscrizione all’Associazione è volontaria. Le modalità per iscriversi sono indicate nel Regolamento di Attuazione.



Articolo 8

Doveri e diritti dei Soci e degli Amici



a) Diritti e doveri dei Soci

I Soci hanno il diritto di:

  - votare in tutte le Assemblee;

  - proporre la propria candidatura alle cariche sociali salvo quanto previsto per l’elezione del Presidente;

  - fregiarsi del distintivo e del fazzoletto dell’Associazione;

  - proporre iniziative e/o collaborazioni in attività atte a divulgare le finalità dell’Associazione;

  - partecipare attivamente alla vita associativa, senza alcun compenso per l’opera svolta;

  - intervenire in tutte le Assemblee e in tutte le manifestazioni organizzate dal Sodalizio.

I Soci hanno il dovere di:

  - attenersi alle norme contenute nello Statuto, rispettare le indicazioni riportate nel Regolamento di Attuazione e quelle deliberate dal Consiglio Direttivo;

  - versare la quota associativa annuale.


b) Diritti e doveri degli Amici

Gli Amici hanno il diritto di:

  - fregiarsi del distintivo e del fazzoletto dell’Associazione.

  - proporre iniziative e/o collaborazioni in attività atte a divulgare le finalità dell’Associazione;

  - partecipare attivamente alla vita associativa, senza alcun compenso per l’opera svolta;

  - intervenire in tutte le Assemblee e in tutte le manifestazioni organizzate dal Sodalizio.

Gli Amici hanno il dovere di:

  - attenersi alle norme contenute nello Statuto, rispettare le indicazioni riportate nel Regolamento di Attuazione e quelle deliberate dal Consiglio Direttivo



Articolo 9

Perdita o Sospensione della qualifica di Socio e di Amico



La qualifica di Socio o Amico si perde:


a)  per dimissioni;

b)  per morosità (solo Soci);

c)  per espulsione;

d)  per condanna penale passata in giudicato.


La sospensione dalla qualifica di Socio o di Amico può essere decisa dal Consiglio Direttivo per i motivi indicati nel Regolamento di Attuazione.






TITOLO III


Dell’Organizzazione


Articolo 10

Organi Direttivi dell’Associazione



Gli Organi Direttivi dell’Associazione sono:

- Assemblea dei Soci;

- Presidente;

- Vice Presidente;

- Consiglio Direttivo;

- Collegio dei Revisori dei Conti;

Tutte le cariche sociali hanno una durata di 5 anni.



Articolo 11

Assemblea : Compiti e Convocazione




L’Assemblea dei Soci è sovrana ed è il massimo Organo deliberativo dell’Associazione. Essa è composta da tutti i Soci in regola con il pagamento delle quote associative. L’Assemblea é convocata una volta l’anno dal Presidente, entro la fine del mese di gennaio, con lettera semplice o con e-mail, almeno quindici giorni prima della data di attuazione, dove vengono indicate la data, l’ora, il luogo di svolgimento della prima e, nel caso la prima andasse deserta, della seconda convocazione e gli argomenti all’ordine del giorno.


L’Assemblea Straordinaria è chiamata a decidere su questioni di disciplina o su eventi di particolare importanza; è indetta dal Presidente e può essere convocata dal Vice Presidente in caso di elezione del Presidente, per causa di dimissioni o assenza di oltre tre mesi, e dal Consiglio Direttivo su richiesta scritta e motivata di almeno un terzo dei Soci. L’Assemblea é convocata con lettera semplice o con e-mail, almeno quindici giorni prima della data di attuazione, dove vengono indicate la data, l’ora, il luogo di svolgimento della prima e, nel caso la prima andasse deserta, della seconda convocazione e il motivo della convocazione.


L’Assemblea assolve i seguenti compiti:


- eleggere il Presidente, il Vice Presidente, sette Consiglieri ed il Collegio dei Revisori dei Conti (Presidente e n.2 Revisori);

- approvare il bilancio consuntivo e quello preventivo;

- definire le attività da svolgere durante l’anno sociale, su proposta del Consiglio Direttivo e dei Soci;

- ratificare le eventuali iniziative adottate dal Consiglio Direttivo;

- apportare le modifiche al presente Statuto, ad eccezione di quelle richieste o suggerite dalle competenti Autorità che saranno oggetto di modifica da parte del Consiglio Direttivo e successivamente approvate a maggioranza semplice dall’Assemblea dei Soci.

- decidere lo scioglimento dell’Associazione;

- giudicare i componenti del Consiglio Direttivo.


Gli Amici (Sostenitori e Junior) possono partecipare alle Assemblee senza diritto al voto.



Articolo 12

Validità dell’Assemblea dei Soci



L’Assemblea, sempre presieduta dal Presidente dell’Associazione, é valida in prima convocazione con la presenza della maggioranza dei Soci mentre in seconda convocazione è valida con la presenza di 19 Soci deleghe comprese. Delibera sempre a maggioranza dei presenti con voto palese. L’elezione delle cariche sociali avviene a scrutinio segreto e l’Assemblea è validamente costituita con la maggioranza dei Soci. Ogni Socio può rappresentare, per delega, tre Soci. In casi particolari può essere ammesso il voto per corrispondenza.



Articolo 13

Presidente – Vice Presidente – Segretario

(Attribuzioni e competenze)



Presidente

Il Presidente è eletto dall’Assemblea dei Soci. In caso di assenza o di impedimento temporaneo di qualsiasi genere è sostituito dal Vice Presidente per un massimo di tre mesi. Superato tale periodo decade dalla carica.


Attribuzioni e Competenze del Presidente:

- rappresenta legalmente l’Associazione nei rapporti con i Soci e con i terzi in tutti gli atti civili e giudiziari ed ha la firma sociale e legale;

- nomina il Segretario;

- promuove e coordina tutte le attività dell’Associazione;

- valuta e approva l’iscrizione degli aspiranti Soci e Amici;

- convoca e presiede una volta all’anno, entro il mese di gennaio, l’Assemblea Statutaria dei Soci, relazionando sull’attività svolta durante l’anno sociale trascorso;

- convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne cura l’esecuzione delle deliberazioni, prima di ogni Assemblea dei Soci e quando ritenuto necessario;

- designa la composizione della rappresentanza del Sodalizio in determinate cerimonie celebrative;

- rilascia attestati di riconoscimento a coloro che si siano particolarmente distinti in attività a favore dell’Associazione;

- è il responsabile economico dell’Associazione e detiene nominativamente il C/C bancario con il quale gestisce l’attività economica dell’Associazione, avvalendosi del contributo operativo del Segretario;

- stipula, dopo l’approvazione del Consiglio Direttivo, eventuali contratti e ne firma gli atti previsti;

- definisce, con l’approvazione del Consiglio Direttivo, i rimborsi delle spese affrontate e preventivamente autorizzate;

- fa redigere al Segretario, esaminate le proposte, il programma delle attività da svolgere nell’anno e lo sottopone all’approvazione del Consiglio Direttivo;

- è deputato a dirimere eventuali controversie che dovessero insorgere in ambito Associazione. In casi particolarmente complessi può investire il Consiglio Direttivo, il quale si esprime con giudizio inappellabile;

- può avvalersi, per lo svolgimento delle attività di cui ai precedenti paragrafi, oltreché del Vice Presidente e del Segretario, anche della collaborazione di uno o più soci e di persone esterne, purché tutti diano il loro apporto senza richiedere alcuna remunerazione.

Vice Presidente

Il Vice Presidente é eletto dall’Assemblea dei Soci. In caso di assenza o di impedimento temporaneo di qualsiasi genere è sostituito dal Consigliere più anziano di età per un massimo di tre mesi. Superato tale periodo decade dalla carica.


Segretario

Il Segretario é un Socio nominato dal Presidente con la successiva ratifica del Consiglio Direttivo. Il Presidente può revocare il Segretario e procedere ad una nuova nomina. Il Segretario risponde del suo operato, in primis, al Presidente e, successivamente, al Consiglio Direttivo.


In caso che il Presidente decada dall’incarico, il Segretario rimane in funzione fino al giorno dell’elezione del nuovo Presidente, aiutando il Vice Presidente per l’organizzazione. Dopo l’elezione, il Segretario decade dalla carica, in modo da permettere al nuovo Presidente la nomina del nuovo Segretario.


Attribuzioni e competenze del Segretario:

- coadiuva il Presidente, il Vice Presidente ed il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti nell’espletamento delle loro funzioni;

- è responsabile dell’archivio sociale e dell’ufficialità degli atti emanati da tutti gli organi istituzionali (Presidente, Vice Presidente, Consiglio Direttivo e Collegio dei Revisori dei Conti);

- certifica il diritto di partecipazione, di voto e della regolarità dei Soci alle Assemblee;

- collabora con il Presidente nella stesura del bilancio consuntivo e preventivo;

- dirige la gestione amministrativa, contabilizzando le entrate e le uscite sui previsti registri amministrativi, secondo le leggi in vigore, della cui tenuta è responsabile;

- provvede al disbrigo della corrispondenza e coadiuva il Presidente nell’approvvigionamento di forniture e di accreditamento delle Quote Sociali.



Articolo 14

Il Consiglio Direttivo



Il Consiglio Direttivo è l’organo propulsore, di ratifica e di controllo dell’Associazione.
Esso è composto:

- dal Presidente;

- dal Vice Presidente;

- da sette Consiglieri;

- dal Segretario senza diritto al voto.

Attribuzioni e Competenze:

- approva il bilancio consuntivo e quello preventivo prima di sottoporlo all’Assemblea;

- definisce, dopo aver raccolto ed esaminato le proposte, il programma delle attività da realizzare per l’anno sociale, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Statutaria e successivamente ne controlla lo sviluppo e l’attuazione;

- esamina ed esprime il parere vincolante sulle motivazioni addotte per richiedere la convocazione dell’Assemblea Straordinaria;

- convoca l’Assemblea Straordinaria dei Soci su richiesta scritta e motivata di almeno un terzo dei Soci;

- approva le deleghe che il Presidente assegna a qualsiasi Socio;

- approva preventivamente i contratti che il Presidente deve stipulare con qualsiasi persona o Ente;

- delibera su ogni impegno di spesa per le attività dell'Associazione, controllando l’esistenza della preventiva copertura finanziaria, che costituisce obbligo per effettuare la spesa;

- fissa le linee generali in materia di emolumenti e di rimborso spese;

- delibera la sospensione o la radiazione di associati per provvedimenti disciplinari (ad esempio, palese contrasto con le finalità dell'Associazione), per decadenza dei requisiti, per causa di morosità e per condanne penali sopravvenute;

- approva le proposte di variazioni allo Statuto come stabilito nell’Articolo 22;

- organizza gli eventuali incontri tra coloro che hanno prestato servizio, a qualsiasi titolo, presso la Scuola di Artiglieria, le Cerimonie in occasione della Festa della Santa Barbara, dell’Anniversario della costituzione del Sodalizio e della Scuola di Artiglieria.


Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente dell’Associazione, a suo insindacabile giudizio e deve essere, di norma, convocato 15 giorni prima di una Assemblea.
Le riunioni del Consiglio Direttivo possono tenersi anche per via telematica e sono valide con la presenza dei due terzi dei componenti e delibera sempre con la maggioranza dei presenti in modo palese. Non sono ammesse deleghe. La riunione del Consiglio Direttivo comporta la stesura di un verbale finale, a cura del Segretario, che è anche responsabile della loro custodia.



Articolo 15

Collegio dei Revisori dei Conti



Il Collegio dei Revisori dei Conti è l’organo di controllo amministrativo dell’Associazione composto da un Presidente e da due revisori. Le riunioni sono valide con la presenza di tutto il Collegio. Le decisioni sono valide a maggioranza. Le attività del Collegio devono essere verbalizzate.


Attribuzioni e competenze del Collegio dei Revisori dei Conti:

- vigila e supervisiona la gestione economica e finanziaria dell’Associazione, la corretta applicazione delle norme amministrative e la tenuta dei libri contabili;

- certifica, prima del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, il bilancio consuntivo e quello preventivo.



Articolo 16

Responsabili Regionali



Il Consiglio Direttivo può designare alcuni Soci alla carica di Responsabile Regionale. Il Responsabile Regionale è una figura di riferimento per i Soci della Regione e può essere autorizzato dal Presidente a rappresentare l’Associazione in cerimonie pubbliche a livello regionale. Il Responsabile Regionale può costituire riferimento anche per più Regioni.






TITOLO IV


Della disciplina



Articolo 17

Disciplina



Organi Direttivi

Gli Organi Direttivi hanno il dovere di rispettare e far rispettare le norme contenute nello Statuto. In caso di comportamento difforme di un componente degli Organi Direttivi, che rechi pregiudizio agli scopi o al patrimonio dell'Associazione, il Presidente ha l’obbligo di denunciarne le responsabilità all’Assemblea Straordinaria, che dovrà pronunciarsi in merito.


Soci

I Soci e Amici hanno il dovere di rispettare le norme contenute nello Statuto e le indicazioni riportate nel Regolamento di Attuazione e quelle decretate dal Consiglio Direttivo.
In caso di comportamento difforme, che rechi pregiudizio agli scopi o al patrimonio dell'Associazione, il Presidente dell’Associazione dovrà intervenire d’iniziativa o su segnalazione di un Socio, convocando il Consiglio Direttivo, e fornendo, per iscritto, la documentazione probante.


Il Consiglio Direttivo può decidere per una delle seguenti sanzioni disciplinari:

- richiamo,

- diffida,

- sospensione,

- espulsione dall’Associazione.

La decisione del Consiglio Direttivo sarà comunicata all’interessato dal Segretario. L’eventuale ricorso dovrà essere discusso e definito, in una nuova riunione del Consiglio Direttivo. La nuova delibera del Consiglio Direttivo è inappellabile. Qualora si configuri l’espulsione del Socio o Amico, questa decorrerà dal giorno successivo alla delibera. Tutte le sanzioni disciplinari devono essere certificate con una sintetica relazione e conservate agli atti dall’Associazione.






TITOLO V

Emblema


Articolo 18

Stendardo, Crest e Distintivo



L’Associazione Amici della Scuola di Artiglieria è rappresentata da uno Stendardo. Il Sodalizio interviene nelle cerimonie ufficiali con:

- il Presidente o suo delegato;

- una rappresentanza di Soci;

- lo Stendardo, l’Alfiere e la scorta di due Soci o Amici.

L’Alfiere e la scorta devono indossare l’abbigliamento stabilito dal Consiglio Direttivo. In tutte le cerimonie è obbligo, per tutti i Soci, indossare il distintivo e il fazzoletto dell'Associazione Nazionale Amici della Scuola di Artiglieria e il copricapo di reparto.






TITOLO VI


Del Patrimonio, dell’Amministrazione e delle responsabilità patrimoniali



Articolo 19

Patrimonio



Il patrimonio dell'Associazione è costituito:

• dalle quote associative dei Soci;

• dalle donazioni volontarie;

• dai beni mobili ed immobili pervenuti all’Associazione a qualunque titolo e dalle loro rendite;

• dai contributi da parte di terzi e di Istituzioni Governative nazionali ed internazionali;

• dalla vendita dei gadget;

• dai rimborsi per convenzioni (pubblicità sul sito);

• da eventuali interessi attivi.

Le quote associative sono proposte dal Consiglio Direttivo e approvate dall’Assemblea annuale.
Le elargizioni di qualsiasi tipo, in danaro, in natura, le donazioni ed i lasciti, sono accettati dall'Assemblea, che delibera sulla loro utilizzazione, in armonia con le finalità statutarie dell'Associazione.
L’Associazione è vincolata ad impiegare gli utili e/o gli avanzi di gestione esclusivamente alla realizzazione delle sole finalità istituzionali.
Il patrimonio dell’Associazione deve essere inventariato su appositi supporti.



Articolo 20

Amministrazione



Tutte le cariche elettive sono gratuite. È previsto solo il rimborso delle spese preventivamente autorizzate e successivamente documentate. Casi particolari di effettiva spesa non documentabile saranno sottoposti all’esame del Consiglio Direttivo, che si esprimerà in merito con giudizio inappellabile. Ogni spesa prima di essere effettuata, ancorchè autorizzata, deve avere la relativa copertura finanziaria.

L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. I bilanci, preventivo e consuntivo, devono essere approvati dall’Assemblea dei Soci ogni anno entro la fine del mese di gennaio e devono essere a disposizione dei Soci stessi almeno 5 giorni prima dello svolgimento della citata Assemblea. La tenuta dei registri contabili previsti dalla legislazione vigente è di competenza del Segretario.



Articolo 21

Responsabilità patrimoniale



Il Presidente rappresenta la figura giuridica responsabile dell’Associazione e ne risponde a norma del Codice Civile.
La responsabilità della gestione economica e patrimoniale dell’Associazione viene condivisa dal Consiglio Direttivo con l’approvazione della spesa, tenendo sempre presente l’obbligo della certificata copertura finanziaria preventiva.






TITOLO VII


Modifica dello Statuto e Scioglimento dell’Associazione



Articolo 22

Modifica dello Statuto



Il presente Statuto può essere modificato dall’Assemblea dei Soci.
L’Assemblea, che delibera a maggioranza dei presenti, è valida se sono presenti almeno tre quarti degli associati aventi diritto al voto, comprese le deleghe. Ogni Socio può rappresentare, per delega, tre Soci.
Solo nel caso in cui le modifiche si rendessero necessarie per adeguare lo Statuto alle richieste, osservazioni e suggerimenti del Ministero della Difesa, dello Stato Maggiore Esercito o di altre competenti Autorità Militari, esse potranno essere apportate dal Consiglio Direttivo.



Articolo 23

Scioglimento dell’Associazione



Lo scioglimento e la devoluzione del patrimonio dell’Associazione sono di competenza dell’Assemblea dei Soci che delibera con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati, comprese le deleghe. Ogni Socio può rappresentare, per delega, due Soci. Il patrimonio dovrà essere devoluto ad altra similare organizzazione che abbia fini di utilità socio-culturali, fatta salva ogni diversa destinazione imposta per legge.



Articolo 24

Regolamento di Attuazione



Il Regolamento di attuazione non è parte integrante dello Statuto. Esso costituisce documento esplicativo in merito alle procedure da seguire per l’applicazione dello Statuto. Può essere aggiornato solo con l’approvazione a maggioranza del Consiglio Direttivo.



Articolo 25

Disposizioni finali



Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.


 
© Copyright: dal 2010  ®     Engineering System:  Ten. Massimo SETTA  -  Created by: "Associazione Nazionale Amici della Scuola di Artiglieria" - Bracciano (Roma)